In evidenza

Messaggio di S.A.R il principe Amedeo di Savoia Aosta

Il messaggio che S.A.R. il Principe Amedeo di Savoia Aosta ha inviato gli Italiani in occasione delle Festività natalizie.

Italiani!

mi rivolgo a Voi per augurarvi innanzi tutto ogni bene per le festività del Santo Natale e dell’inizio del nuovo anno.

Desidero rendere omaggio al sacrificio e alla memoria di tutti coloro che  – in questo 2016 – sono stati vittime  di disastrosi  eventi naturali, di violenza criminale e terroristica, di incidenti sul lavoro; e rivolgere il mio pensiero ai nostri militari che tutelano la pace nelle missioni all’estero ed alle Forze dell’ordine che lo fanno in Patria.  Desidero esprimere la mia angoscia per la persecuzione patita dai Cristiani in tanti paesi dove domina, purtroppo incontrastata, una barbara intolleranza.

savoia

69° anniversario della scomparsa del Re Vittorio Emanuele III

69 anni fa (28 dicembre 1947), Re Vittorio Emanuele III moriva ad Alessandria d'Egitto, dove viveva in in esilio, dopo l'abdicazione in favore di suo figlio Umberto II.

Auspichiamo il rientro in Patria dell'Augusta salma e la sua tumulazione nel Pantheon di Roma, insieme a quelle della Regina Elena, di Re Umberto II e della Regina Maria Josè.

Quando finirà questo ingiusto esilio ?

 

savoia

Al Referendum vince il NO : il vero sconfitto è il sistema dei padroni della politica

COMUNICATO STAMPA 

Il Presidente Nazionale di Italia Reale - Stella e Corona, Avv. Massimo Mallucci, ha espresso la soddisfazione dei Monarchici Italiani per la vittoria dei NO al Referendum sulle temerarie riforme di "Renzi".

Per i Monarchici di Italia Reale la straordinaria partecipazione al voto di quasi il 70% degli elettori non può che significare un forte segnale al sistema dei "padroni della politica" che ha lacerato il Paese.

L'unico vero sconfitto è un sistema alla deriva che non ha più nulla da dire agli Italiani. L'arroganza dei politici, malati di protagonismo, che vogliono continuare a tutti i costi ad imporsi, sia a Destra che a Sinistra, ha suscitato una vera rivolta di popolo.

Le minacce dei "poteri forti", degli affaristi internazionali che volevano un "SI" per poter continuare a "speculare" in sicurezza ha risvegliato, in molti elettori che non votavano più da anni, il senso dello Stato e, così, la Sovranità dell'Italia non è stata ulteriormente svenduta.

comunicati, politica

Pages